venerdì 16 ottobre 2020

One Piece 6

Buona sera, o giovane avventuriero dei mari, e benvenuto sull’isola di Parola Manga, dove anche oggi avrò il piacere di godere della vostra compagnia per una nuova recensione su questo blog arrenato. 
Anche questa sera saremo tra le pagine del capolavoro di Eiichiro Oda, continuando a navigare per i mari dell’East Blue alla ricerca di nuovi membri d’equipaggio prima di affrontare la Rotta Maggiore alla ricerca del One Piece. Dopo aver arruolato uno spadaccino, una navigatrice ed un cecchino, è giunto il momento di allargare la ciurma con l’arruolamento di un abile cuoco, che possa far fronte alle necessità alimentari dell’equipaggio durante il lungo viaggio che li attende. Il Ristorante sul Mare di nome Baratie sarà il palcoscenico dell’arco narrativo che decollerà in questo sesto volume di One Piece, che senza indugiare oltre andremo subito ad affrontare. 

Aggancio al volume precedente: One Piece 5
Una volta sconfitto Kuro e la sua ciurma, la signorina Kaya mostrerà la sua gratitudine donando la propria nave a Rufy. Con Usop che si unirà alla banda, i nostri protagonisti si dirigeranno verso il Ristorante sul Mare Baratie, alla ricerca di un cuoco come prossimo membro. Le cose non andranno tuttavia proprio come previsto. 
Rufy rimarrà colpito dal gesto caritatevole di Sanji e vorrebbe arruolarlo come cuoco nella propria ciurma, ma Sanji ambisce di diventare capocuoco del Baratie e non ne vuole sapere di viaggiare in giro per il mondo. Dopo aver consumato il pasto cordialmente donato da Sanji, il membro della ciurma di Creek di nome Gin tornerà dal suo capitano per condurlo al Baratie assieme all’immenso galeone ed i suoi compagni morenti. 
L’Ammiraglio Creek si presenterà al Baratie sorretto da Gin, implorando cibo e acqua prostrandosi a terra. I cuochi si rifiuteranno di dare del cibo ad un pirata comunemente conosciuto per la sua malvagità e crudeltà, tutti tranne ovviamente Sanji. I suoi colleghi di lavoro si opporranno, ma sarà infine il capocuoco Zef a consegnare il cibo a Creek, chiedendogli di andarsene. Dopo essersi riempito lo stomaco, da buon pirata reclamerà il ristorante come suo, mantenendo onore alla nomina che lo precede. Creek riconoscerà il capocuoco come Zef dai Piedi Rossi, un famoso pirata andato e tornato sano e salvo dalla Rotta Maggiore. Oltre la nave-ristorante vorrà anche il suo diario di bordo, dove avrebbe annotato tutti i segreti concernenti la Rotta Maggiore. Mentre Creek porta il cibo consegnatoli da Zef al resto della sua ciurma, Gin racconterà come le loro cinquanta navi siano state sterminate da un solo uomo dagli occhi di falco. 
Prima che la rinvigorita ciurma di Creek possa attaccare il Baratie, il loro galeone verrà inaspettatamente spezzato in due. Il responsabile sarà proprio l’uomo dagli occhi di falco di cui parlava Gin, lo spadaccino più forte del mondo di nome Drakul Mihawk. Zoro coglierà l’occasione per sfidarlo, sperando di sottrarli il titolo del numero uno, ma il divario tra i due sarà abissale. Mihawk risparmierà tuttavia la vita di Zoro, chiedendogli di migliorare prima di affrontarlo di nuovo. 
Intanto scopriremo da Johnny e Yosaku che Nami zitta zitta è fuggita con la nave e tutto il tesoro. Rufy chiederà a Johnny e Yosaku se Zoro e Usop potranno usare la loro barca per cercare Nami mentre il cappello di paglia intenderà sdebitarsi con Zef, sconfiggendo la ciruma dell’ammiraglio Creek che inizia ufficialmente l’avanzata verso il Baratie. 

Più che l’apparizione di Creek, penso che ciò che rende questo volume particolarmente interessante sia la prima apparizione di Mihawk. Dopo aver affrontato nemici che presentavano una forza praticamente alla pari di quella dei nostri protagonisti, Mihawk risulterà essere assolutamente fuori dalla portata per ognuno di loro. Questo farà comprendere a Rufy ed i suoi compagni che i nemici affrontati finora erano delle mezze seghe, e che gli avversari futuri saranno decisamente più impegnativi. A noi lettori invece Oda sta dicendo che ciò che abbiamo visto fino ad adesso non è stato ancora niente, e che il meglio deve ancora arrivare. Ma per il momento ci sarà da aspettare, ci sarà da crescere e progredire. Un punto di partenza sarà sicuramente il combattimento contro la banda di Creek, ed il vivo del conflitto lo vivremo nel prossimo volume. Nonostante tutti i compagni di Rufy siano partiti alla ricerca di Nami, il nostro protagonista non si ritroverà completamente da solo, potendo contare sull’aiuto dei cuochi che intenderanno difendere il loro posto di lavoro al costo delle loro vite. 
La fuga di Nami è messa in un punto interessante, iniziando in maniera sublime il prossimo arco narrativo, mentre quello attuale è in pieno corso. La trovo una scelta davvero azzeccata di Oda, poichè il lettore mentre vive il corso degli eventi è stato già incuriosito su quanto potrebbe succedere dopo, mantenendo estremamente alta l’attenzione e l’interesse a progredire con la storia. 
Riposiamoci quindi, caro lettore, perchè nel prossimo volume ci saranno un sacco di botte, casino ed agitazione, meglio presentarci rilassati. Grazie di cuore per la preziosa attenzione, ed a presto. 

One Piece 6 (New Edition, Star Comics) - € 4.30

Nessun commento:

Posta un commento